My Awesome Sonorous Life

Regista:

Giordano Torreggiani

---

Locandina:

Sezione:

Cortometraggio

Sinossi:

Lorenzo è un fonico di scena di 85 anni che per tutta la sua vita ha raccolto e catalogato suoni di ogni tipo: di tanto in tanto ama riascoltarli ricordando così i momenti passati. Ma da anni ormai, Lorenzo è alla ricerca di un suono, quell’ultimo suono che manca per completare la sua collezione. Così, tutti i giorni l’anziano fonico si arma dei suoi strani apparecchi e esce di casa in cerca proprio di quel suono. Ne trova moltissimi ma nessuno che vada bene. Fino a quando, in una sera qualsiasi, perdendosi in mezzo al bosco, dopo aver camminato per tutto il giorno, Lorenzo alza lo sguardo al cielo e finalmente trova ciò che sta cercando: il suono che mancava per completare il suo collage sonoro, per riempire quel piccolo spazio nella sua vetrina, per arricchire la sua meravigliosa vita piena di suoni.

Screens:

Trailer:

Biografia:

Giordano Torreggiani e Filippo Proietti si conoscono fin da piccoli condividendo fin da subito una grande passione per il cinema. Dopo la maturità, Giordano Torreggiani inizia a studiare recitazione all'Accademia Mumos di Gastone Moschin. Filippo Proietti, invece, continua a coltivare la sua passione per la scrittura. Attualmente hanno diversi lavori in cantiere, con Filippo Proietti che si concentra principalmente sulla sceneggiatura e Giordano Torreggiani che si occupa soprattutto della regia.Insieme creano la Retrovisore Film, un marchio con il quale scrivono diversi progetti, tra i quali la sceneggiatura di un film e una serie televisiva. Nel 2014 scrivono e dirigono il loro primo cortometraggio “Vermiglio” con la partecipazione di professionisti del settore e con il quale partecipano a vari festival nazionali e internazionali, tra cui il "Cinequest Film Festival" in California(nominato come miglior festival di cinema d'America) dove sono stati selezionati come unico cortometraggio italiano in gara. Nel 2015 oltre a vari videoclip girano due cortometraggi molto diversi tra loro: “Piùmé” e “My Awesome Sonorous Life”. Il primo, Piùmé, è un cortometraggio drammatico che affronta la problematica dei disturbi dell’alimentazione. Mentre il secondo, My Awesome Sonorous Life, è un cortometraggio dalle tinte pastello, pur essendo in bianco e nero.